Massaggio connettivale per la cellulite

Videocorsidimassaggio.com

Massaggio connettivale

Quello della cellulite rappresenta uno dei problemi di natura estetica che più di tutti desta preoccupazioni, non a caso a partire dai primi caldi sono sempre più in tanti a mettersi alla ricerca di soluzioni mirate ad intervenire prontamente.

In verità, è possibile, grazie ad un massaggio connettivale per la cellulite eseguito con regolarità, evitare sul nascere che questo inestetismo vada a peggiorare. Trattare i tessuti tramite adeguate manipolazioni significa alche poter evitarne l’insorgenza, ecco perché è consigliabile rivolgersi ad un esperto il prima possibile.

Questo trattamento, infatti, agisce in maniera mirata sia sul cattivo funzionamento della circolazione sanguigna che sul ristagno di liquidi in eccesso. Ecco a cosa è dovuto il successo che ne fa un tesoro di immenso valore per tutte le donne attente all’estetica, ma anche per gli uomini, oggi più che mai desiderosi di prendersi cura della salute e della bellezza del proprio corpo, più di quanto non sia accaduto in passato.

Le soluzioni, numerose e a volte anche molto costose ad oggi proposte al fine di soddisfare la domanda di un mercato sempre più interessato alla cura dell’estetica sembrano promettere miracoli: tuttavia, spesso si tratta di meri palliativi dal triste effetto placebo, mentre il massaggio connettivale è davvero in grado, per sua natura e caratteristiche, di offrire risultati tangibili, a costi assolutamente sostenibili.

In verità, bisognerebbe rivisitare il fenomeno della cellulite. In troppi lo considerano infatti un mero problema di sola natura estetica. L’effetto buccia d’arancia è, a ben vedere, solo la manifestazione del problema.

Dietro c’è molto di più. Cerchiamo dunque di spiegare perché il massaggio connettivale per contrastare la cellulite sta riscuotendo tanto successo, al punto che sempre più in tanti hanno deciso di divenire degli esperti professionisti, con l’ausilio di buoni video-corsi online.

1. Il massaggio connettivale riattiva i processi biologici della pelle

Favorire la buona salute della nostra pelle è il primo modo di trattare questo fastidiosissimo inestetismo. Il massaggio connettivale contro la cellulite fa proprio questo, andando a proteggerne e favorirne le difese naturali.

La barriera naturale dell’epidermide è qualcosa di estremamente sottile, ma, pensiamoci: riveste tutto il nostro corpo, è un velo protettivo tanto sottile quanto potente in caratteristiche e funzioni.

Il massaggio interviene proprio sui processi che favoriscono l'invecchiamento cutaneo e questo contribuisce certamente a favorire la salute della pelle che, tramite tutta una serie di interventi mirati, ma sempre del tutto naturali e basati sulla mera manualità, recupera le sue caratteristiche innate - e via via nel tempo perdute - di tono e di elasticità.

La manipolazione dei tessuti basata su manovre e pressioni specifiche, assai lente e ben ritmate, ma anche adeguatamente profonde, va ad agire sull’automatismo muscolare, riattivandolo.

Quindi, siamo ben lontani dagli effetti promessi da semplici creme che, se possono certamente idratare e nutrire la pelle, non possono senza alcun dubbio agire come può fare un esperto di massaggio connettivale che abbia seguito dei corsi appositi apprendendo come trattare i tessuti connettivi, certamente coinvolti, sia pur indirettamente, nel processo di formazione di questo diffusissimo inestetismo.

Sono sempre più in tanti a ricorrere a questo massaggio, con la certezza di poter ottenere risultati certi, affidabili e soprattutto non invasivi. I classici interventi di chirurgia estetica, un tempo assai gettonati ed inflazionati, iniziano infatti ad essere temuti dai più, complice anche l’insorgenza, nel tempo, dei parecchi temuti effetti indesiderati.

Per non parlare delle controindicazioni, numerosissime e tutte da non sottovalutare. È stato infatti provato che stimolare la pelle a produrre gli elementi strutturali e fisiologici di cui ha bisogno è ben diverso dall’intervenire forzatamente dall’esterno a fornirle già pronte per l’uso.

Così facendo si riduce infatti la capacità della pelle di rigenerarsi e difendersi da sé, mentre con il massaggio la funzionalità della pelle viene stimolata, si riattiva, per poi così riuscire a recuperare i suoi meccanismi di ripresa, rigenerandosi a 360 gradi.

Ecco perché il massaggio connettivale rappresenta una risposta più che valida per chi intende migliorare l’estetica intervenendo però sulle caratteristiche funzionali, strutturali ed estetiche della cute.

2. Miglioramento del drenaggio dei canali linfatici

Meraviglia osservare donne che indossano taglia 42, quindi magrissime, ma con glutei e cosce caratterizzate dall’aspetto a buccia d’arancia. Si perché non basta essere magre per essere immuni dal problema.

Chi effettua con regolarità e maestria il massaggio connettivale per risolvere il problema della cellulite lo sa bene: si tratta di un inestetismo non del tutto collegato al grasso in eccesso. Siamo ben lontani dai luoghi comuni dunque, che credono che la cellulite sia legata a filo doppio con il solo accumulo di adiposità. In questo caso, basterebbe dimagrire per risolvere il problema, ma sappiamo bene che non è affatto così.

Andando più a monte sembra che il problema si da ricondurre al cattivo drenaggio dei tessuti. Non a caso a chi soffre di cellulite viene consigliato di bere tanta acqua. Questa buona abitudine aiuta certamente ma di per sé non è affatto sufficiente.

È bene avvalersi piuttosto di un trattamento che agisca dall’esterno, esattamente come è i grado di fare il massaggio connettivale dimostratosi nei fatti, quindi non solo a parole, il trattamento d’eccellenza, quello che consente di agire sulla circolazione sanguigna e su quella linfatica, quindi, su due fronti.

È questo il vero segreto di questa tecnica di manipolazione. Anche l’alimentazione gioca certamente un ruolo chiave ma agire solo dall’interno, come chiarito, certo non basta.

È bene intervenire proprio lì dove la cellulite mostra i suoi effetti più visibili agendo sui vasi linfatici con l’effetto di drenare i liquidi in eccesso e, a livello ematico, favorendo la circolazione sanguigna. Il massaggio dei tessuti connettivi a differenza del massaggio linfatico interviene a più ampio spettro, assurgendo a trattamento funzionale utile nei casi di rallentamento della circolazione emolinfatica, quindi linfatica, ma anche ematica.

Agisce quindi non solo andando ad eliminare o quanto meno ridurre la presenza di liquidi accumulatisi nell’interstizio tissutale, ma anche sulla circolazione sanguigna, che viene riattivata in maniera del tutto naturale, senza controindicazioni, senza strumenti, ma solo con l’uso saggio delle mani, proprio come suggerisce la tecnica del massaggio ampiamente intesa.

Ma, in questo caso, ad essere interessati sono i tessuti connettivi, che sono più profondi rispetto all’epidermide. Anche il modo in cui il massaggio viene eseguito cambia e differisce rispetto a quello linfodrenante con il quale spesso, impropriamente, viene confuso.

Questo infatti si caratterizza per movimenti lenti, ma più vigorosi e più profondi rispetto a quelli tipici del massaggio linfodrenante. A maggior ragione, come è facile intuire, le differenze si fanno ancora più marcate rispetto ai comuni massaggi.

La ragione è da ricondurre alla finalità appunto del trattamento, che in questo caso non è teso ad intervenire solo sulla pelle e/o sui liquidi linfatici, ma anche sulla circolazione sanguigna, che viene riattivata in maniera importante. Il massaggio connettivale per la cellulite fa bene al corpo, conferisce al tempo stesso un immediato benessere.

Si tratta della metodica che forse meglio si concilia con il desiderio di chi ama prendersi cura di sé per avere un organismo sano, ma anche piacevolmente curato a livello di estetica.

Ogni anno il bacino di persone che si interessasno su metodii alternativi per risolvere il problema della cellulite è in aumento. Ecco perchè sono sempre più in tanti a considerare come possibilità allettante quella di apprendere le tecniche base del massaggio connettivale, il che è anche possibile sseguendo dei buoni video-corsi che svelino una volta per tutte i segreti che ne sono alla base.

Articoli correlati:

Massaggio connettivale profondo: origini e benefici

Massaggio connettivale al viso

Massaggio connettivale al collo

Massaggio connettivale all'addome

Massaggio connettivale alla schiena

Massaggio connettivale alle gambe

Massaggio connettivale metamerico: caratteristiche e benefici

Massaggio connettivale riflessogeno: ecco perché è così diffuso